Eseguire un backup sul cloud

3 Ottobre 2017 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

Lo scopo di questo post è spiegare come tenere una copia di backup del tuo computer sul cloud sempre aggiornata, gestire i tuoi files online, dal computer e dallo smartphone (o tablet).

Premetto che ho un hard disk esterno che uso con time machine, ma questo non è sufficiente dal momento che uso il computer giornalmente ma eseguo i backup con cadenza settimanale.

Hai fatto uno screenshot di una prenotazione col tuo mac e vuoi vederla sul cellulare? Hai dei documenti e mentre sei in treno vuoi controllare un dettaglio al volo o effettuare una piccola modifica? Facilissimo.

Volevo scrivere questo post mesi fa, ma come sempre si rimanda e si dà la priorità ad altro e poi i post non vengono fatti.

Forse adesso è un po' in ritardo, visto che Google ha implementato la funzione backup, ma forse no. Andiamo per gradi.

In questa guida ho deciso di usare il servizio di Google Drive, ma è possibile usare Dropbox allo stesso modo. I motivi per cui ho optato per Google Drive sono:

  • Google offre 15Gb di spazio gratuiti, Dropbox soltanto 2
  • Se 15Gb sono pochi ho un piano intermedio da 100GB invece di passare ad 1TB (che usando questo sistema non mi servirà mai a niente)
  • Google drive permette l'utilizzo dei files offline, per dropbox devi avere la versione a pagamento

La funzione backup di Google

Google ha implementato in questi giorni una funzione backup. In pratica l'icona è cambiata ed adesso se vuoi puoi indicare per quali cartelle vuoi eseguire un backup sul cloud, e l'applicazione penserà a tutto. Ma come dicevo forse non è troppo tardi per questo post. Usare la funzione backup mette al sicuro i tuoi files in tempo reale fintanto che hai una connessione internet, ma lo fa anche seguire i passi di questa guida. Lo svantaggio però è che i files di cui hai eseguito il backup non sono visibili dall'applicazione Google Drive su dispositivi mobili, quindi non puoi vedere i documenti o altre cartelle del tuo computer.

Questo è comodo se devi inviare un file a qualcuno e sei su un dispositivo mobile. Vai sull'app e mandi qualsiasi file hai sul tuo computer in allegato tramite email.

Scarica l'applicazione Google Drive

Come prima cosa dobbiamo scaricare l'applicazione di Google Drive che ci servirà per sincronizzare tutti i files presenti su drive sul nostro computer. Questo ci consente di usare Google Drive come Dropbox, quindi di gestire tramite il finder le cartelle sul nostro computer, e sincronizzare le modifiche online.

Facciamo ordine!

Il primo consiglio è di modificare il nome della cartelle di Google Drive eliminando lo spazio (ci semplificherà la vita dopo avere il nome della cartella senza spazi, specialmente per le modifiche più avanzate). Appena rinomini la cartella usando il finder dovrai modificare le impostazioni dell'applicazione di drive per dirgli quale cartella usare. Devi inoltre spuntare l'opzione per sincronizzare i files sul computer. Il mio computer è impostato in inglese ma le impostazioni non cambiano.

Google drive app impostazioni

Se come me già usavi di tanto in tanto Google Docs è probabile che hai già dei files. Nel mio caso c'era una bella confusione, e poca voglia di fare pulizia. Ho quindi deciso di creare una cartella chiamata GoogleDocs e spostare tutti i files e cartelle presenti al suo interno, per pulire la root dell'account di Google Drive.

La cartella documenti del computer

Come prima cosa ho sistemato i documenti sul mio Mac, in modo da organizzarli (erano tutti divisi su più cartelle e sparsi in giro). Ho quindi creato una cartella documenti all'interno di Google drive e spostato tutti i documenti al suo interno. Ecco che inizia la sincronizzazione.

Ho poi eliminato dalla sidebar del finder (collegamenti rapidi) la cartella dei documenti ed inserito la cartella che ho appena creato.

NOTA: la vecchia cartella documenti MAC ha un'icona carina nella sidebar che indica che è la cartella documenti. Questo vale anche per le altre cartelle che andremo a modificare dopo. Purtroppo non è possibile al momento modificare l'icona, quindi in sidebar avrai un'icona  standard per una cartella. L'unico che al momento riesce a modificare tale icona è dropbox, usando delle API di MacOS non documentate, e non ritengo valga la pena andare a cercare la soluzione per una semplice icona.

La cartella Downloads

Quanto scritto sopra vale per la cartella Downloads, che ogni Mac ha di default. Ho quindi creato la cartella all'interno di Google Drive, spostato il contenuto della vecchia cartella download al suo interno, eliminato la vecchia cartella dalla sidebar, trascinato la nuova cartella nella sidebar per avere un collegamento veloce ai downloads.

Una cosa importante qui è andare sul browser ed impostare questa nuova cartella come cartella do download di default.

Screenshots

Una funzione che mi piace sul mac è quella di utilizzare le combinazioni di tasti

cmd + maiuscola + 3
cmd + maiuscola + 4

per fare degli screenshot al volo dello schermo del Mac. Ho quindi creato una cartella screenshots, e messa in sidebar.

Per salvare le immagini in questa nuova cartella è necessario modificare un'impostazione del Mac dal terminale. sarà quindi necessario aprire il terminale e digitare:

defaults write com.apple.screencapture location ~/GoogleDrive/Screenshots/
killall SystemUIServer

Nota che ho eliminato lo spazio nel nome della cartella. Se hai voluto mantenere lo spazio devi usare un escape prima dello spazio in questo modo:

defaults write com.apple.screencapture location ~/Google\ Drive/Screenshots/
killall SystemUIServer

Io ho eliminato lo spazio per poter personalizzare MAMP in modo da usare dei domini personalizzati in locale, ma non sarà oggetto di questo post.

Se adesso provi a fare un screenshot l'immagine sarà salvata su Google Drive.

Usare MAMP

Se non usi MAMP, o non sai cos'è puoi saltare questa sezione. Ho creato una cartella chiamata htdocs per sviluppare in php in locale e messa in sidebar. Ho quindi modificato le impostazioni di MAMP per modificare la document root a questa nuova cartella in modo che tutti i miei files e il mio lavoro siano costantemente protetti.

Conclusione

In questo modo è possibile usare altre cartelle per i documenti, downloads, screenshots ed altro e tenerle sincronizzate su Google Drive. Inoltre lo spazio utilizzato sarà ridotto in quanto sincronizziamo soltanto i file che effettivamente usiamo giornalmente. La prima volta saranno necessarie alcune ore prima che tutti i files siano caricati su Google Drive. Poi le modifiche saranno applicate in tempo reale ogni volta che viene effettuate una modifica.

In questo modo è possibile gestire tutti i files del computer da qualsiasi dispositivo mobile, condividerli e modificarli da mobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *