Configurazioni iniziali di WordPress

12 Dicembre 2017 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
2 Commenti

Vediamo in questa breve guida le configurazioni essenziali per la tua installazione WordPress.

Login al pannello amministratore

Come prima cosa dobbiamo eseguire il login al pannello amministratore. Questo modulo (a meno che non esegui modifiche relative all’indirizzo) si raggiunge digitando nomedominio.it/wp-admin, dove “nomedominio.it” dovrà essere sostituito con il nome del tuo sito. Qualora non ricordi i dati di accesso, nella schermata di amministrazione puoi cliccare su “hai dimenticato la password” per reimpostare la tua password.

SupportHost WordPress login screen

Una volta eseguito l’accesso sarai indirizzato alla homepage del pannello amministratore di WordPress, detto anche “Bacheca”. Facciamo una panoramica veloce per renderci conto di come funziona.

SupportHost panoramica WordPress

Questa immagine mostra la schermata principale con le varie azioni disponibili:

  1. Questa icona rimanda direttamente al sito di WordPress, dove è contenuta tutta la documentazione e dove è possibile richiedere supporto ad altri utenti attraverso il forum
  2. Al posto di “My Blog” comparirà il nome del tuo sito, quello che hai scelto nella fase di installazione. Ciccandolo verrai rimandato all’homepage del tuo sito
  3. Tramite questo menù rapido puoi creare un nuovo articolo, una nuova pagina, aggiungere un file multimediale o un nuovo utente
  4. Da qui puoi gestire tutti gli articoli, le relative categorie e i tag. Puoi creare un nuovo articolo per il tuo blog e, se questa è una nuova installazione, troverai già qualche post di esempio
  5. In “Multimedia” sono contenuti tutti i tuoi file, puoi aggiungere o gestirle direttamente da questo pannello foto, video e gallerie di immagini
  6. Serve a gestire le pagine che hai già creato o per crearne di nuove. La differenza tra articoli e pagine è che gli articoli sono i post del tuo blog, e quindi possono essere ordinati in base alla loro pubblicazione, mentre le pagine sono contenuti per il tuo sito, che pur avendo una data di pubblicazione sono mostrati come pagine statiche nel tuo sito. Nelle nuove istallazioni di WordPress troverai già una pagina di esempio che potrai eliminare o modificare, mentre se utilizzassi un template professionale puoi trovare intere pagine già costruite.
  7. Da questa sezione puoi gestire tutti i commenti lasciati dagli utenti
  8. Questa sezione del pannello ti permette di scegliere e gestire il tema grafico del sito, impostare i menu ed eseguire altre modifiche all’aspetto
  9. Da qui puoi cercare, installare e gestire i plugin che ti permetteranno di estendere le funzionalità di WordPress
  10. Dal menù utenti potrai gestire tutti gli utenti e i relativi ruoli del tuo sito. Puoi ad esempio aggiungere altri amministratori o nuovi articolisti che si occuperanno dei contenuti
  11. La sezione strumenti è forse la meno usata e serve per importare o esportare i contenuti da e verso altre piattaforme (come blogger o altre) o WordPress. Lo studieremo meglio in un’altra guida dedicata alle migrazioni
  12. La sezione impostazioni è quella che ti illustrerò in questa guida e serve per settare anche alcune impostazioni iniziali

Muovere i primi passi con le configurazioni di WordPress

Passando col mouse sopra la voce di menu impostazioni si aprirà una tendina.

SupportHost impostazioni WordPress

Qui è possibile modificare il titolo del sito ed il motto, se non li hai personalizzati durante l’installazione, puoi decidere se chiunque può registrarsi e che ruolo dargli (utile soprattutto se vuoi che i tuoi utenti si registrino per inviare degli articoli che tu revisionerai e deciderai di pubblicare più tardi) o se vuoi semplicemente cambiare la lingua del tuo sito. Non toccheremo la sezione scrittura dal momento che si tratta di impostazioni avanzate ed è utile per eseguire azioni come postare un contenuto usando un software esterno.

Le impostazioni di lettura hanno una funzione molto importante, ci permettono infatti di scegliere cosa visualizzare nella pagina iniziale. Di default WordPress mostra in homepage gli ultimi articoli, ma se non vuoi creare un blog o se non vuoi che gli articoli del blog siano in prima pagina, scegli di visualizzare una pagina statica come pagina iniziale. Possiamo creare una pagina (chiamata homepage) ed impostarla come pagina iniziale e successivamente creare una pagina chiamata blog ed impostata come pagina articoli.

SupportHost impostazioni lettura WordPress

Non andremo a modificare le impostazioni di lettura e media, che servono solitamente per alcuni temi particolari, che ad esempio vogliono impostare i thumbnail, ovvero le miniature delle immagini, di una certa dimensione.

L'ultima impostazione che andremo a modificare sono i permalink.

SupportHost impostazioni permalink WordPress

Di default WordPress usa dei permalink che non sono SEO friendly, ovvero non ottimali per indicizzare il sito web sui motori di ricerca. Salvo in alcuni di casi particolari, ti consigliamo di usare l’opzione “nome articolo”. Questa è un’impostazione che ti consiglio di fare solo all’inizio del processo di creazione del sito, infatti se fatta dopo qualche tempo, quando ormai i motori di ricerca hanno già indicizzato il sito, si creeranno degli errori di pagina non trovate (i famosi errori 404), che oltre a penalizzare la posizione del sito sulle ricerche, inducono l’utente ad abbandonare il sito.

2 comments on “Configurazioni iniziali di WordPress”

  1. Salve, sono il proprietario del dominio cartemisia.com. Se volessi cambiarlo in cartemisia.it, potrei farlo? Come?

    Non sono riuscito a trovare questa informazione!

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *