Consigli per scegliere il nome perfetto per il tuo dominio

30 Luglio 2019 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

Se hai deciso di aprire un sito aziendale o un blog personale, arriverà sicuramente il momento in cui dovrai scegliere il nome del dominio. Apparentemente potrebbe sembrare semplice, ma scegliere un dominio e quindi decidere il nome del sito è una decisione tra le più importanti da prendere e che può influenzare il destino di tutto il progetto.

Un nome di dominio difficile da scrivere, poco comprensibile o per nulla attinente all'argomento del sito è sicuramente una scelta sbagliata. Ma allo stesso tempo, registrare un dominio banale potrebbe essere poco rassicurante per i tuoi visitatori. Quindi nel caso di un negozio di dolci online sono da evitare nomi incomprensibili del tipo www.dolcimuffincheescakebiscottitortematrimonio.it ma anche quelli più brevi e senza particolare senso come www.chebuonimuffin.it, a meno che uno di essi non rappresenti il brand aziendale.

Riguardo al brand, se abbiamo un marchio definito e conosciuto, la scelta migliore può essere proprio quella di utilizzarlo come nome del sito.

Scegliere Nome Dominio

Come scegliere il dominio del sito?

Con questo articolo vogliamo darti alcuni consigli utili per registrare il tuo nuovo dominio e contribuire quindi al successo del sito. Sul sito di SupportHost puoi trovare anche un hosting professionale WordPress con dominio incluso, con un solo acquisto puoi avere la più alta qualità dei servizi con tanto di registrazione del dominio inclusa.

Scegli un nome facile da ricordare

Questa è sicuramente la prima regola per decidere il nome del dominio. Il nome deve essere facile da ricordare e soprattutto da scrivere. Cerca di essere breve e di non inserire parole che potrebbero portare l'utente a compiere degli errori di battitura. Pensa al passaparola e quindi al momento in cui una persona consiglia ad un'altra di visitare il tuo sito. Ricorda che quest'ultima deve essere in grado di memorizzare il nome del dominio anche senza scriverlo. Quante volte ti è capito di sentire la frase "Ma su quale sito hai comprato questo prodotto?"

Il nome del dominio dovrebbe essere quello del sito

È una buona cosa far coincidere il dominio al nome del sito, in modo da non confondere l'utente che cerca su internet. Ci sono siti infatti, che per attirare il cliente o per aggiungere parole chiave al dominio, presentano un dominio diverso dal nome del sito. Ad esempio può succedere di entrare nel sito "Tacchi e Scarpe" attraverso il dominio www.scarpescontate.it. In alcuni casi potrebbe essere una strategia di web marketing con obiettivi ben precisi, ma se vogliamo puntare a far crescere il nostro marchio, in questo caso "Tacchi e Scarpe", sarebbe più indicato registrarlo proprio come dominio, in modo che la ricerca dell'utente sia immediata e facile da ricordare, quindi www.tacchiescarpe.it.

Brand o parole chiave?

Collegandoci al punto precedente, esistono diverse scuole di pensiero sulla scelta del dominio e l'utilizzo di parole chiave. Alcune preferiscono l’uso di keyword (parole chiave) all'interno del nome di dominio stesso, mentre altre invece, puntano ad un dominio generico che riprenda il marchio.

Come abbiamo già detto, se il brand è già conosciuto non c'è dubbio che sia la prima scelta del nome del dominio. Se però è un marchio nuovo oppure il solo brand è già un dominio registrato, prova ad inserire qualche parola chiave all'interno dell'indirizzo.

Se hai un negozio di abbigliamento a Roma che si chiama "Moda Elisa" potresti scegliere tra queste opzioni:

  • Solo Brand: www.modaelisa.it
  • Brand + Keyword: www.abbigliamentomodaelisa.it
  • Brand + Keyword Geolocalizzata: www.modaelisaroma.it
  • Keyword Geolocalizzata: www.abbigliementoroma.it
  • Solo Keyword: www.negoziodiabbiagliamento.it

Il consiglio come sempre è quello di analizzare la strategia di marketing e il pubblico di riferimento, in modo da capire quale sia il dominio più adatto. Ogni sito internet è unico, quindi cerca di non fare copia e incolla di alcune tecniche utilizzate in altri progetti web.

Analizza la concorrenza

Analizzare i competitor non è sinonimo di copiare, ma potrebbe essere un ottimo modo per capire come gli altri hanno impostato la loro strategia.

Nel campo della moda vediamo che la maggior parte delle principali aziende usano il brand come nome dominio, quindi possiamo dedurre che gli utenti sono abituati a raggiungere questi siti proprio grazie al brand. Quindi utilizzare il marchio, in questo caso, è più indicato rispetto ad una serie di parole casuali tematizzate.

Caso contrario potrebbe essere quello di un negozio di zanzariere appena aperto dove un nome del tipo www.zanzariereroma.it potrebbe essere più efficace rispetto al nome dell'azienda. In questo caso nulla ti vieta di registrare sia il dominio generico sia quello con il nome dell'attività.

Evita i trattini nella URL

Anche qui ci sono diverse opinioni. In alcuni casi, soprattutto se il dominio desiderato non è più disponibile potrebbe essere una soluzione quella di aggiungere dei trattini. Ad esempio se hai un blog che si chiama "Cucina Vegana" ma il dominio www.cucinavegana.it è già registrato, puoi decidere di acquistare in alternativa quello con il trattino www.cucina-vegana.it. In alcuni casi potrebbe addirittura migliorare il nome, perchè spezza le varie parole, ma in molti altri potrebbe generare confusione perchè c'è il rischio di dimenticarsi del trattino e finire su un altro sito che magari tratta lo stesso argomento.

Inserire i numeri nel dominio

Cosa simile succede per i numeri. In effetti aggiungere un numero al nome del dominio non ha particolari controindicazioni, ma deve essere ovviamente rilevante. Se vuoi aprire una pagina web per la tua "Osteria 2 Mari", puoi registrare giustamente il dominio proprio come il nome dell'azienda quindi www.osteria2mari.it, ma ricorda che la maggior parte delle volte, soprattutto quando lo dirai a voce, devi specificare che il 2 è scritto a numero e non a lettere.

Al contrario, evita i numeri se non sono riconducibili alla tua attività. Se sei il proprietario di una location per eventi che si chiama "La Luna", ma il dominio www.lalunaeventi.it è già occupato ti sconsiglio fortemente di non ricadere su una scelta del tipo www.lalunae20.it. Potresti generare confusione e rischiare che nessuno si ricordi il modo in cui è scritto.

Scegliere l’estensione

Scegliere Estensione Dominio

L'estensione potrebbe sembrare una scelta secondaria, ma deve essere fatta con criterio e particolare attenzione. Ci sono infinite estensioni sul mercato, da quelle più classiche tipo .com a quelle più particolari tipo .love, .hotel, .travel. Generalmente gli shop online utilizzano il .com in quanto caratterizza il settore del commercio a livello internazionale, mentre le aziende che vogliono geo localizzarsi in un paese ben preciso, preferiscono usare l'estensione del proprio paese, ad esempio in Italia è .it.

Quando il budget lo permetto, il consiglio è quello di registrare lo stesso dominio con diverse estensioni in modo da accaparrarsi tutte le possibilità disponibili.

Se gestisci un hotel a Roma e sei riuscito a registrare un dominio di primo livello del tipo www.hotelroma.it, ti consiglio comunque di registrare anche il .com. Essendo un dominio molto ricercato infatti, se occupi tutti i domini non rischierai che un domani un competitor registri lo stesso nome con un'estensione diversa. Ovviamente se registri più domini, dovrai scegliere quello principale e fare dei redirect su tutti gli altri. Anche sui social media o sui siti dove farai pubblicità, dovrai indicare sempre quello principale.

Utilizzare nomi generici

Sempre dopo un'attenta valutazione della situazione, cerca di capire anche se ti è più comodo utilizzare nomi generici.

Se vuoi aprire un blog che parli delle vacanze in Umbria, potresti registrare un dominio tipo www.vancazeinumbria.it, ma se invece il tuo blog tratta per la maggior parte itinerari nella zona di Assisi, probabilmente il dominio più corretto da registrare è www.vacanzeadassisi.it.

Quando registri un dominio devi pensare all'utente finale, a cosa potrebbe cercare e a quali parole chiave potrebbe inserire come chiave di ricerca sui motori di ricerca.

Chiedi dei pareri

Quando hai in mente uno o più domini che vuoi registrare, chiedi dei pareri alle persone che lavorano nell'attività e a quelle completamente estranee. Gli utenti del web sono persone comuni, per cui il consiglio di una persona non direttamente interessata al tuo sito potrebbe risolvere alcuni dubbi. Potresti capire se il nome del dominio è facile da ricordare, se ti identifica come vorresti e se è indicato per il tipo di contenuti che proponi.

Se il dominio è già registrato?

Quando si acquista il dominio, può capitare a volte che quel particolare nome non sia più disponibile, ovvero che qualcuno lo abbia registrato prima di te. Spesso alcuni di essi sono registrati da alcuni fornitori che poi li rivendono ad un prezzo maggiorato, quindi valuta anche la convenienza di questo fattore.

Se vuoi proprio quel particolare dominio ci sono però due possibilità: la prima è quella di contattare il proprietario del dominio in questione. Per scoprire a chi è intestato puoi fare una semplice ricerca con il sistema Whois, in modo da conoscere la data di scadenza, il nome del proprietario ed eventuali contatti. La seconda possibilità è invece quella di registrare il dominio con un estensione diversa. Se infatti il .it risulta già preso, puoi provare con il .com, il .net o mille altri. In questo caso però valuta la situazione e capisci se l'utente finale potrebbe confondersi e finire su un altro sito.

Utilizza il dominio e tutte le sue funzioni

Una volta registrato il dominio, cerca di diffonderlo ed utilizzarlo al meglio. Quante volte ti è capitato di vedere un sito ben fatto ma con un contatto mail tipo nomeazienda@hotmail.com? Questo è assolutamente da evitare, esprime poca professionalità e una sensazione di poca affidabilità.

Configurare una casella di posta elettronica è semplicissimo e la maggior parte delle volte è inclusa nel pacchetto hosting.

Anche quando dovrai condividere il link del tuo dominio su un social o un blog, evita gli abbreviatori, ma scrivi per esteso il nome del dominio.

Inserisci sempre il tuo contatto mail nella pagina Contatti del sito, anche se è presente un Form di Contatto. Ricorda che devi diffondere il tuo brand e il nome del sito, quindi in più posti l'utente lo noterà, più riuscirà a memorizzarlo e a sua volta condividerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *