Il nostro hosting sicuro spiegato

15 Marzo 2013 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

Uno dei modi che usiamo per mantenere la massima sicurezza degli account dei nostri clienti è il completo isolamento di ogni singolo account. Puoi pensare che l'hosting condiviso nella maggior parte dei servizi sia sicuro e che l'accesso al tuo account sia solo tuo. Purtroppo nella maggioranza dei casi non è così.

Tieni presente che il primo livello di sicurezza parte dal tuo account. Per quanto i nostri server siano blindati non saremo mai in grado di proteggere una installazione non sicura. Per questo motivo abbiamo postato sul nostro blog una guida che spiega come migliorare la sicurezza di WordPress, in questo modo i nostri clienti possono seguire la nostra guida e proteggere al meglio il loro sito web.

I provider di hosting condiviso hanno spesso dei problemi di sicurezza che possono causare problemi all'intero server, e questo succede perché semplicemente uno degli account su quel server ha una applicazione non sicura. La maggioranza dei software open-source, come Joomla, WordPress e molte altre applicazioni sono i target preferiti dagli hacker. Su un server condiviso standard quando uno di questi account vulnerabili viene attaccato, l'hacker può attaccare con semplicità tutti gli altri account sul medesimo server, o addirittura portare offline l'intero server.

Riceviamo infinite richieste di potenziali clienti che ci richiedono se il nostro servizio è sicuro perché il loro account è stato hackerato più volte con un altro provider.

SupportHost hosting sicuro spiegato

Sul nostro hosting sicuro usiamo un chroot isolation technology personalizzato. Con la nostra soluzione anche se un account non è sicuro, gli altri account sul medesimo server non possono essere attaccati tramite il web server o il cron come in un normale ambiente condiviso.

Questo ci fa diventare uno degli hosting più sicuri, puoi dormire sonni tranquilli sapendo che il tuo sito è su una delle piattaforme più sicure sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *