MAMP: la guida completa

22 Maggio 2020 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

In questa guida andremo a vedere come installare e configurare MAMP sul tuo Mac o sul tuo computer windows.

MAMP ci permette di creare un ambiente di sviluppo in locale. Questo ci consente di eseguire php (ma anche Perl o Phyton) e MySQL sul nostro computer locale.

Il vantaggio rispetto all’utilizzo di un server remoto è la velocità. Ad esempio se lavoriamo in locale ci basterà salvare il file e ricaricare la pagina per vedere le modifiche. Nel caso di un server remoto dopo ogni modifica dovremo caricare il file sul file sul server prima di poter ricaricare la pagina.

Cos’è MAMP?

MAMP è un’applicazione che ci permette di creare un server in locale in pochi semplici passi. Potremo quindi eseguire dei files php senza la necessità di caricarli su un server remoto.

In questo modo è possibile sviluppare le nostre applicazioni web in locale, e poi ed una volta che sono testate e funzionanti caricarle sul server.

Anche se sul nostro hosting WordPress forniamo strumenti che ci permettono di gestire WordPress in maniera semplice, è una comodità poter avere WordPress in locale per velocizzare le operazioni di sviluppo.

MAMP che un acronimo che sta per:

  • Mac OSX (nonostante adesso sia disponibile anche per Windows)
  • Apache, il web server (nonostante sia possibile scegliere Nginx come webserver)
  • MySQL, il database che solitamente si usa nel web
  • PHP, ma può anche sater per Perl o Python

MAMP è disponibile in due versioni, una gratis e l’altra a pagamento. La versione gratis è completa, ovviamente ha alcune features in meno rispetto alla versione a pagamento ma resta comunque un software completo.

Nella maggior parte dei casi non ci sarà bisogno della versione a pagamento.

Mamp La Guida Completa

Scaricare MAMP

Per scaricare MAMP dobbiamo andare al sito ufficiale alla pagina di download, scegliere la versione in base al nostro sistema operativo e quindi scaricare l’applicazione.

Non potrebbe essere più facile di così.

Installare MAMP su Mac

Apriamo il file che abbiamo appena scaricato, e si aprirà l’installer. Non dobbiamo far altro che seguire la procedura guidata, che è come in qualsiasi altra applicazione per il Mac

Installazione Mamp Mac

Ci sarà chiesto di accettare la licenza e di inserire la password amministratore per poter continuare.

Dovremo poi confermare di voler occupare lo spazio su disco, ed eventualmente scegliere su quale disco.

Installazione Mamp Mac Spazio

A questo punto l’installatore eseguirà le sue operazioni.

Installazione Mamp Mac In Corso

Ad installazione completata vedremo un messaggio di successo sullo schermo, e l’installatore stesso ci chiederà se vogliamo spostare i files di installazione nel cestino.

Possiamo spostare questi files nel cestino visto che ormai abbiamo terminato l’installazione.

Installazione Mamp Completata

Installare MAMP su Windows

Appena scaricato il file d’installazione procediamo ad aprirlo facendo doppio click in modo da iniziare l’installazione.

Se ricevi un alert indica che vuoi eseguire modifiche al tuo computer per continuare.

Installare Mamp Su Windows

Scegli la lingua preferita per l’installazione.

Installare Mamp Su Windows Lingua

Assicurati di deselezionare MAMP PRO e Bonjour dalla lista, a meno che non intendi installarli.

Installare Mamp Su Windows Pro

Accetta i termini e condizioni

Installare Mamp Su Windows Licenza

Scegli dove installare MAMP, il mio consiglio è di lasciare la cartella di default.

Installare Mamp Su Windows Destinazione

Nei prossimi passi ti sarà chiesto di scegliere in quale cartella del menu start installare l’applicazione e se vuoi creare o meno un’icona sul desktop. Fai le tue scelte e procedi.

Adesso vedrai una schermata riepilogativa se è tutto corretto procedi con l’installazione.

Installare Mamp Su Windows Install

Attendi il completamento dell’installazione e il messaggio di conferma.

Installare Mamp Su Windows Completato

Configurare MAMP

Andiamo adesso a vedere come configurare MAMP correttamente. Per semplicità tutte le schermate sono relative al Mac, che è il sistema operativo che sto usando mentre scrivo questo articolo.

In ogni caso le impostazioni sono le stesse su windows a su Mac, quindi non dovrebbe essere un problema seguire questa guida. Se hai problemi fammelo sapere nei commenti in modo da aggiornare questa guida.

Entriamo nelle preferenze dal menu in alto.

Nella prima schermata vediamo le impostazioni generali, da dove possiamo decidere quali operazioni eseguire quando avviamo l’applicazione e quali operazioni eseguire quando la chiudiamo.

Ti consiglio di impostare come sotto in modo da avviare il server automaticamente quando apri l’applicazione e arrestare il server quando hai finito e decidi di chiudere l’applicazione.

Preferenze Mamp Generali

Puoi controllare lo stato del Web Server e di MySQL dalla finestra principale.

Se i servizi sono in esecuzione correttamente vedrai una luce verde alla loro destra.

Cliccando sull’icona di accensione sotto puoi fermare e riavviare il Web Server ed il Server MySQL a tuo piacimento. Questa funzione è utile quando esegui delle modifiche al web server e devi riavviarle per fare in modo che vengano applicate.

Finestra Principale Mamp

Nel secondo tab possiamo scegliere le porte che vogliamo usare sul nostro web server.

Di default MAMP usa le seguenti porte:

  • Apache : 8888
  • Nginx : 7888
  • MySQL : 8889

Qui la scelta è personale. Puoi cliccare qui bottoni sotto per impostare le porte 80 e 3306 standard o per tornare alle porte di default.

Nota che se vuoi usare un dominio invece di localhost, come spiegherò in una sezione successiva, è necessario impostare le porte su 80 e 3306

Preferenze Mamp Porte

Da qui puoi scegliere la versione php che preferisci, ed decidere se attivare o meno la cache e nel caso quale attivare.

Come puoi vedere abbiamo la scelta soltanto tra due diverse versioni di PHP. Ci vengono mostrate infatti soltanto le ultime due versioni presenti.

Preferenze Mamp Php

Le versioni PHP sono contenute all’interno di:

Applications/MAMP/bin/php
Versioni Php Di Mamp

Come facciamo quindi se vogliamo usare una vecchia versione?

In questo caso dobbiamo chiudere MAMP e rinominare le versioni che non ci interessano, ad esempio aggiungendo un underscore davanti al nome della cartella.

Alla prossima apertura nelle preferenze PHP vedremo due versioni diverse di PHP rispetto a prima.

Dal tab “Web Server” nelle impostazioni puoi scegliere se usare Apache o Nginx sul tuo server locale.

Puoi inoltre scegliere una cartella che sarà la root dei tuoi files. In questa cartella aggiungerai i tuoi files e cartelle.

Preferenze Mamp Web Server

Infine nel tab MySQL vedi la versione di Mysql usata in locale.

Preferenze Mamp Mysql

Come usare MAMP

Una volta che abbiamo installato e configurato il tutto è il momento di iniziare ad usarlo.

Nel paragrafo relativo alle impostazioni abbiamo visto come possiamo scegliere in quale cartella caricare i files. Se non hai eseguito nessun modifica questa sarà la cartella htdocs.

Ovviamente puoi creare delle sottocartelle per i diversi progetti.

Potrai visitare i tuoi progetti usando l’url locale:

http://localhost:8888/

Per quanto riguarda la gestione del database viene fornito di default phpMyAdmin, che puoi trovare all’url: http://localhost:8888/phpMyAdmin/?lang=it

Probabilmente non sarà l’ultima versione di PhpMyAdmin, vediamo quindi come fare per usare l’ultima versione.

Aggiornare PhpMyAdmin

Puoi scaricare l’ultima versione di PhpMyAdmin qui.

Trovi i files di PhpMyAdmin qui:

Applications/MAMP/bin/phpMyAdmin

Sostituisci la cartella con i files che hai appena scaricato.

Non devi cambiare il nome alla cartella, che deve quindi rimanere “PhpMyAdmin”. Inoltre all’interno la cartella deve avere un file chiamato “config.inc.php”.

Per questo motivo il mio consiglio per aggiornare PhpMyAdmin è di eliminare tutti i files all’interno della cartella a esclusione del file di configurazione, quindi copiare tutti i files che hai appena scaricato al loro posto.

Puoi eventualmente caricare i files di PhpMyAdmin all’interno della cartella htdocs, ma in questo caso dovrai fare il login ogni volta, quindi conviene usare gli strumenti che MAMP ci mette a disposizione.

Controllare le configurazioni php

Uno strumento molto utile in php è phpinfo.

Anche in questo caso possiamo semplicemente caricare un file all’interno della cartella htdocs e quindi visualizzarlo col browser.

Anche in questo caso MAMP ci viene in aiuto fornendoci phpinfo in un click:

http://localhost:8888/MAMP/index.php?language=Italian&page=phpinfo

Installare WordPress su MAMP

Se vogliamo installare WordPress in locale il processo è molto semplice.

Come prima cosa devi scaricare l’ultima versione di WordPress nella lingua che preferisci.

Va quindi scompattato l’archivio e caricato nella cartella htdocs.

Accediamo adesso a PhpMyadmin:

http://localhost:8888/phpMyAdmin/?lang=it

Possiamo cliccare sul tab “Database” in alto oppure sul link “Nuovo” nella sidebar:

Phpmyadmin Aggiungi Nuovo Database

Dobbiamo quindi inserire un nome per il nostro database e cliccare su crea

Phpmyadmin Crea Nuovo Database

A questo punto ci basterà visitare la cartella dove abbiamo inserito i files di WordPress e seguire i passi della procedura guidata per installare WordPress.

http://localhost:8888/wordpress

Visualizza il tuo sito locale con altri dispositivi

In alcuni casi puoi aver la necessità di visualizzare il tuo sito da un altro dispositivo.

Questo può essere utile se vuoi controllare che il tuo sito si visualizzi correttamente su mobile, o se vuoi controllare che sia compatibile con altri browsers.

Se siamo connessi sulla stessa rete è possibile visualizzare il sito che abbiamo sul nostro server locale da un altro dispositivo.

Come prima cosa abbiamo bisogno di conoscere l’IP del nostro computer. Sul Mac clicchiamo in alto sull’icona del wifi e nella tendina che si apre in basso vediamo un link per aprire le preferenze di rete. Da questa schermata possiamo quindi vedere il nostro indirizzo ip, che in questo caso è 192.168.8.101

Indirizzo Ip Locale Mac 1

Se invece usi Windows 10 trovi l’ip del tuo computer dalle impostazioni di rete. Fai click sul nome della rete alla quale sei connesso fino ad individuare la sezione proprietà e tra le informazioni troverai l’IP locale del tuo computer, giusto a lato della dicitura Indirizzo IPv4.

Adesso che hai l’IP locale del tuo computer, puoi visitare con un altro dispositivo l’url di MAMP:

192.168.8.101:8888

Tieni presente che questo funziona soltanto se i due dispositivi sono connessi alla stessa rete.

Se nelle impostazioni di MAMP avevi scelto di usare la porta 80 devi omettere “:8888” dall’url

MAMP con nome a dominio

Come prima cosa andiamo a creare una cartella chiamata SupportHost.it dentro htdocs, quindi modifichiamo il file hosts aggiungendo la riga:

127.0.0.1 supporthost.it

A questo punto quando andiamo a visitare SupportHost.it vedremo il contenuto della cartella htdocs che nel nostro caso è:

contenuto della cartella htdocs SupportHost

Adesso dobbiamo eseguire delle modifiche in modo che quando digito il nome del dominio venga mostrato il contenuto della cartella con lo stesso nome del dominio.

Come prima cosa apriamo il file

/Applications/MAMP/conf/apache/httpd.conf

con un editor di testo come textwrangler o bbedit.

  • Assicuriamoci che la riga “Listen:80” non sia commentata. Se trovi solo la riga “Listen:8888” aggiungi “Listen:80” sopra.
  • Cerchiamo questa riga ed eliminiamo il cancelletto per renderla effettiva
#Include /Applications/MAMP/conf/apache/extra/httpd-vhosts.conf
SupportHost mamp listen port 80
suppporthost vhosts su mamp

Salviamo il file e lo chiudiamo.

Adesso andiamo ad abilitare i virtual host in apache modificando il file:

/Applications/MAMP/conf/apache/extra/httpd-vhosts.conf

Alla fine della pagina vedrai del codice simile a questo:

<VirtualHost *:80>
ServerAdmin webmaster@dummy-host.example.com
DocumentRoot "/Applications/MAMP/Library/docs/dummy-host.example.com"
ServerName dummy-host.example.com
ServerAlias www.dummy-host.example.com
ErrorLog "logs/dummy-host.example.com-error_log"
CustomLog "logs/dummy-host.example.com-access_log" common
</VirtualHost>

<VirtualHost *:80>
ServerAdmin webmaster@dummy-host2.example.com
DocumentRoot "/Applications/MAMP/Library/docs/dummy-host2.example.com"
ServerName dummy-host2.example.com
ErrorLog "logs/dummy-host2.example.com-error_log"
CustomLog "logs/dummy-host2.example.com-access_log" common
</VirtualHost>

Lo cancelliamo ed aggiungiamo il nostro:

<VirtualHost *:80>
	UseCanonicalName Off
	VirtualDocumentRoot /Applications/MAMP/htdocs/%0
</VirtualHost>

A questo punto salviamo il file, e riavviamo MAMP (ci basta cliccare su stop server e poi riavviare il server) per applicare le modifiche.

Da questo momento possiamo semplicemente aggiungere i nostri domini nel file hosts facendoli puntare su localhost, quindi creare la cartella con nome del dominio per far funzionare il tutto.

Installare ioncube loader

Ioncube loader è una estensione di php che permette di decodificare ed eseguire i file codificati.

Alcuni software a pagamento usano ioncube loader per nascondere il codice. In alcuni casi questo viene usato per codificare soltanto per i files della licenza mentre in altri casi tutti i files proprietari vengono codificati.

Indipendentemente da quale sia il caso, se non questa estensione non è installata la tua applicazione non funzionerà e riceverai un errore.

Come prima cosa dobbiamo scaricare il loader dalla pagina di ioncube, scegliendo la versione più adatta al nostro sistema operativo.

All’interno della cartella scaricata c’è un file chiamato loader-wizard.php

Carica il file all’interno di htdocs quindi visitalo:

http://localhost:8888/loader-wizard.php

Ti saranno fornite delle istruzioni su quali modifiche eseguire per installare ioncube e quindi per testare che funzioni correttamente.

Installazione Ioncube Mamp

All’interno dell’archivio che abbiamo scaricato troviamo i files da spostare dove ci viene indicato, quindi seguiamo le istruzioni, eseguiamo un riavvio del Web Server e testiamo il corretto funzionamento cliccando sul link al punto 5.

Di solito l’ultima versione di PHP non ha la possibilità di usare ioncube. Ioncube viene infatti rilasciato con un certo ritardo rispetto a PHP.

Inoltre lo script che usi viene codificato per una versione specifica di PHP, controlla quindi col fornitore di che versione di php hai bisogno per il tuo script, imposta la versione php corretta su MAMP e poi installa ioncube per quella versione.

Ioncube Installato Con Successo

Come disinstallare MAMP su Mac

Se non sei contento con MAMP, oppure hai deciso che non ne hai più bisogno lo puoi disinstallare.

Su Mac possiamo procedere in due modi diversi per la disinstallazione:

  • Usando l’uninstaller che viene fornito dal produttore dell’applicazione
  • Usando App Cleaner

Usando l’uninstaller

MAMP PRO offre una funzione per disinstallare MAMP dal tuo computer.

NOTA: se stai usando la versione gratuita puoi installare la versione PRO in prova, quindi seguire i passi indicati qui sotto.

Apri MAMP PRO e dal menu vai su MAMP PRO > Uninstall per iniziare la disinstallazione.

Si aprirà una finestra di conferma prima che tutto venga cancellato.

Conferma Disinstallare Mamp 1

Vai quindi ad inserire la tua password

Disinstallazione Mamp

Riceverai una conferma dell’avvenuta operazione.

Mamp Disinstallato Con Successo 1

A questo punto dovrai cancellare i files dalla cartella applicazioni del tuo computer ed è fatta.

Elimina Files Mamp

Disinstallazione usando App Cleaner

App Cleaner è una comoda app per Mac che ci permette di disinstallare completamente qualsiasi applicazione.

Al momento in cui lanci l’applicazione, questa eseguirà una scansione di tutte le applicazioni sul tuo Mac.

Appena ha terminato selezioni le due versioni di MAMP e procedi alla loro rimozione.

Disinstallare Mamp Con App Cleaner

NOTA: se usi la versione gratis di app cleaner dovrai cancellare a mano i files all’interno della cartella applicazioni del tuo Mac. La versione Pro li elimina automaticamente.

Come disinstallare MAMP su Windows

Se stavi usando MAMP su Windows il processo di disinstallazione è leggermente differente. Questo è dovuto alle differenze tra i due sistemi operativi.

Come prima cosa devi uscire dall’applicazione.

Chiudi Mamp Su Windows

Disinstalla l’applicazione dalle impostazioni. Se stai usando la versione pro o se te la fa vedere come installata, è consigliabile eliminare questa versione per prima.

Disinstalla Mamp Su Windows

Appena hai fatto dovrai eliminare a mano le cartelle C:\MAMP e C:\MAMP PRO dal tuo computer.

NOTA: non eliminare le due cartelle dal computer prima di aver eseguito gli altri passi per la disinstallazione.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come installare MAMP, sia su Mac che su Windows.

Abbiamo poi visto come configurarlo al meglio per le nostre esigenze, e come usare un nome a dominio invece di localhost.

Abbiamo infine visto come eliminarlo dal nostro computer correttamente, in modo da eliminare tutti i files e non lasciare una traccia.

Tu cosa usi per sviluppare in locale e perché? Fammelo sapere nei commenti.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *