Come passare da WordPress.com a WordPress.org

7 Ottobre 2020 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

In questo articolo vediamo quindi come passare da WordPress.com a WordPress.org.

Chi vuole iniziare un nuovo progetto nel mondo del web e inizia a cercare la miglior soluzione per realizzare un sito ma contenendo i costi, si troverà la maggior parte delle volte davanti al bivio WordPress:

Meglio WordPress.com, oppure WordPress.org installato su un hosting condiviso o hosting semidedicato su cui hai il pieno controllo?

In un altro articolo ho parlato delle differenze tra le due versioni di WordPress. Se hai deciso di usare WordPress self hosted ma hai un blog su WordPress.com è possibile cambaire piattaforma.

Come funziona la migrazione

Quando vuoi passare da WordPress.com a WordPress.org non è una vera e propria migrazione.

Mi spiego meglio.

Se hai un sito su un altro provider e vuoi trasferire il tuo sito WordPress presso di noi per cambiare hosting non devi fare altro che spostare i files ed il database ed è fatta. Dal momento che usi la stessa tecnologia il trasferimento è facile ed immediato.

In questo caso invece migriamo i contenuti su un nuovo sito. Nonostante le due piattaforme abbiamo lo stesso nome, WordPress.com usa dei plugin e temi che non sempre sono disponibili, inoltre la versione di WordPress è in parte personalizzata.

Questo è anche il caso di altre piattaforme. Ad esempio se vuoi trasferire il tuo sito da blogger o da wix il procedimento è molto simile.

Quello che dobbiamo fare in questo caso può essere riassunto in pochi passi:

  • Installare WordPress sullo spazio web.
  • Cercare un tema adatto al nostro sito.
  • Importare i contenuti.
  • Sistemare la Homepage.
  • Sistemare i menu.
  • Sistemare il form di contatto.
  • Sistemare i widget.
  • Impostare il redirect.

Iniziamo quindi. Per questa guida abbiamo migrato due siti di clienti che volevano passare da WordPress a noi. Avevamo bisogno di alcune screenshot per mostrare il processo di trasferimento, e quale modo migliore per ottenere le screenshot se non eseguire il lavoro e documentare le operazioni in tempo reale?

Come Passare Da WordPresscom A WordPressorg

Guida: passare da WordPress.com a WordPress.org

Vediamo quindi passo passo come fare per passare da WordPress.com a WordPress.org

Installare WordPress

Questa è la parte più facile, e non oggetto di questa guida. Il modo più semplice consiste nell'ordinare il nostro hosting WordPress. Durante l'ordine ti chiederemo quali dati vuoi usare per accedere a WordPress e al resto penserà il nostro sistema.

Una volta che hai accesso a WordPress dovrai installare il tema.

Scegliere il tema adatto per il nostro sito

Questa operazione potrebbe essere semplice, o meno. Se il sito che vuoi passare da WordPress.com a WordPress.org usa un tema gratuito è molto probabilme che questo tema sia presente nella directory dei temi di WordPress.

Entra nel pannello si amministrazione del tuo sito attuale e andiamo a vedere che tema stai usando.

Per vedere il tema che usi vai su Aspetto -> Temi e controlla il nome del tema attivo.

Trovare Il Tema Che Usi
Il sito in questione usa il tema Dara

Adesso che conosciamo il nome del tema controlliamo nella directory dei temi di WordPress. In questo caso specifico il tema era presente.

Il Tema Dara Esiste Nella Repository

Quindi l'unica cosa che abbiamo fatto è stato installare il tema usando l'apposta funzione di WordPress.

Installazione Tema WordPress

Se il tuo tema non fosse presente prova a cercarlo tramite Google. È possibile che sia in vendita e quindi tu possa continuare ad usare il tuo tema.

Se proprio non riesci a trovarlo allora l'unica opzione sarà quella di cercare un nuovo tema che ti piace. In questo caso puoi cercare nella directory dei temi sul sito di WordPress oppure su themeforest.

Adesso ci troviamo con la nostra installazione di WordPress funzionante e il tema installato correttamente.

Importare i contenuti dal vecchio sito

A questo punto passiamo alla parte più importante di tutte se vuoi passare da WordPress.com a WordPress.org senza perdere i tuoi contenuti.

Come prima cosa dobbiamo però eliminare i contenuti inutili. Con ogni nuova installazione WordPress crea un post sul blog (chiamato "ciao mondo!" nella versione in italiano) ed alcune pagine.

Sulla nuova installazione di WordPress andiamo quindi alla sezione articoli e alla sezione pagine e spostiamo i contenuti nel cestino.

Adesso abbiamo un sito vuoto, completamente privo di contenuti.

Andiamo quindi ad esportare i contenuti dal vecchio sito. Dal pannello amministratore andiamo quindi su strumenti -> esporta

Esporta I Contenuti Da WordPress

Questa interfaccia ci permette di esportare i contenuti e la libreria multimediale. Clicchiamo su "Esporta tutto" e WordPress crea il file di esportazione.

Esportazione Dei Contenuti

Possiamo scaricare il file di esportazione direttamente da questa pagina, oppure dal link di download che riceveremo tramite email.

Per sicurezza scarichiamo anche il file di esportazione della libreria multimediale.

Scarica Il File Di Esportazione WordPress

Scompatta il file zip di esportazione, che se non ci sono stati errori dovrebbe contenere un file di esportazione in formato .xml

Adesso torniamo alla nuova installazione, quella senza contenuti e procediamo con l'importazione.

Vai su Strumenti -> Importa ed installa il plugin di importazione di WordPress cliccando su "installa adesso".

Installa Il Plugin Di Importazione WordPress

Iniziamo quindi l'importazione, caricando il file xml che abbiamo scaricato prima.

Scegli Il File Di Importazione

A questo punto WordPress ci chiede a chi assegnare i contenuti che stiamo per importare, in questo caso ho selezionato l'utente amministratore.

È importante spuntare l'opzione "scarica e importa gli allegati" in modo da importare tutti i media all'interno della libreria media.

Importa Contenuti E Scarica Allegati

Adesso vedremo la pagina col risultato dell'importazione. Puoi visitare il sito e vedrai tutti i tuoi contenuti presenti, anche se la homepage è diversa non preoccuparti, andiamo a sistemare in modo semplice nel prossimo passo.

Importazione Contenuti Completata

Nel nostro caso vediamo alcuni errori: il tipo di articolo "feedback" non è valido. Per il resto l'importazione è stata completata con successo.

Sistemare la homepage

Se la homepage del tuo sito mostrava gli ultimi articoli non noterai alcuna differenza. Altrimenti è necessario una semplice modifica alle impostazioni.

Di solito si tende ad impostare la homepage come una pagina statica che presenta il nostro sito, e poi creare una pagina (di solito chiamata blog) che mostra gli ultimi articoli.

Se questo è il tuo caso entra nel pannello amministratore di WordPress e vai su impostazioni -> lettura

Sistema La Homepage Del Tuo Sito Web

Seleziona l'opzione per per impostare una pagina statica come homepage del tuo sito e dal menu a tendina scegli le pagine che vuoi usare come homepage e come pagina articoli.

Adesso dovremo quasi esserci, a meno che non usi un form di contatto.

Sistema il menu

Con questo tipo di migrazione i menu non vengono copiati sul nuovo sito. Sarà quindi necessario creare a mano i menu di cui hai bisogno ed associarli alle posizioni corrette.

Puoi farlo con pochi click dall'interfaccia amministratore su Aspetto -> Menu.

Sistemare il form di contatto

WordPress.com usa un plugin per il form di contatto che non è disponibile per la versione hosted di WordPress.

Questo significa che se hai deciso di passare da WordPress.com a WordPress.org il tuo form smetterà di funzionare. Vedrai un codice dentro una parentesi graffa al suo posto, questo codice si chiama shortcode.

Contact Form Dopo Il Passaggio

Questo è anche quello che ha causato l'errore che abbiamo visto durante l'importazione dei contenuti.

Se ricordi abbiamo visto un errore del tipo:

Impossibile importare ... Tipo di articolo non valido feedback

Questo perché il plugin per il form di contatto usato da WordPress.com quando compilato crea una voce sul database, in modo da poter vedere il contenuto dall'interfaccia admin.

Adesso questi contenuti non sono stati importati perché non interessavano ai clienti in quanto vecchi messaggi.

Per risolvere il problema del form di contatto abbiamo deciso di usare contact form 7, un plugin molto facile da usare.

Una volta installato basta creare un form e poi copiare ed incollare lo shortcode nella pagina dei contatti.

Sistema i widget

A questo punto l'ultimo passo da fare è quello di sistemare i widget. Probabilmente avevi fatto questa azione la prima volta che hai creato il sito e poi ti sei dimenticato una volta soddisfatto del tuo lavoro.

I widget sono dei blocchi che ti permettono di mostrare un particolare contenuto nella sidebar o nel pié di pagine del tuo sito.

Essendo la tua installazione una nuova installazione WordPress ha impostato alcuni widget di default, che tu sicuramente vorrai personalizzare.

Puoi farlo semplicemente trascinandoli dall'area amministratore andando su Aspetto -> Widget.

È possibile che alcuni dei widget che usavi non siano disponibili sulla tua nuova installazione WordPress, in questo caso dovrai capire quale plugin li genera ed installare quel plugin.

Hai bisogno di impostare un redirect?

Un redirect è semplicemente una direttiva che un sito dà al browser che indica che l'indirizzo è cambiato. Quindi se un utente visita il tuo vecchio indirizzo sarà rispedito verso il nuovo.

In breve: se il tuo sito era raggiungibile ad un indirizzo del tipo nome.wordpress.com hai bisogno di impostare un redirect. Se invece usavi già un dominio del tipo mionome.it non devi impostare il redirect ma cambiare il puntamento del dominio.

Il tuo sito è su mionome.it

Il primo sito che abbiamo migrato era su un dominio .it quindi non è stato necessario impostare alcun redirect dal momento che gli utenti e Google già lo conoscevano con quel dominio.

La cliente ha ordinato il trasferimento del dominio e abbiamo effettuato il passaggio. In questo caso per poter visualizzare il sito mentre il dominio punta altrove è necessario modificare il file hosts. In questo modo è stato possibile lavorare al sito e finirlo prima che questo fosse visibile pubblicamente ed una volta terminato ci è bastato aspettare che il trasferimento del dominio si completasse per vedere il nuovo sito.

Se non hai trasferito il dominio dovrai modificarne il puntamento una volta terminato il passaggio da WordPress.com a WordPress.org.

A questo punto dovrai annullare il rinnovo del tuo sito su WordPress.com per evitare che ti venga fatturato in futuro.

Il tuo sito è su nome.wordpress.com

Se il tuo è adesso su nome.wordpress.com e vuoi passare a nome.it potresti aver bisogno di un redirect.

Come dicevo un redirect serve per dire al browser e ai motori di ricerca che il tuo sito ha cambiato indirizzo, in modo da farti trovare. Un po' come quando ti trasferisci e vuoi dire a tutti quale sarà il tuo nuovo indirizzo.

In questo modo chi visita il tuo sito verrà rimandato sul tuo nuovo dominio. Inoltre se il tuo sito aveva dei link passerai la link juice di questi link verso il tuo nuovo dominio.

WordPress.com offre questo servizio, ma purtroppo non gratis. Il loro servizio redirect ti permette di impostare un reindirizzamento per tutto il blog, quindi tutti gli articoli e le pagine, verso il tuo nuovo dominio.

In base alle visite ed i link entranti che hai devi valutare se vale la pena pagare per questo servizio. A mio avviso dato il costo conviene sicuramente prendere il servizio per il primo anno, e poi valutare. Se non hai visite da Google puoi evitare, ma dato il costo direi comunque di prendere il servizio per il primo anno come cortesia per i tuoi utenti.

Conclusioni

Se hai seguito tutti i passi correttamente sei riuscito a passare da WordPress.com a WordPress.org.

Hai avuto problemi? Ho saltato un passaggio? Ci sono state parti non chiare nella guida?

Fammelo sapere in un commento.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *