Perché usare una mail diversa

8 Febbraio 2018 / Pubblicato in:  da Ivan Messina
Nessun commento

Quando un utente decide di acquistare un piano hosting o un servizio che trova su SupportHost, dovrà avere sotto mano tutti i dati e documenti necessari per effettuare la registrazione e confermare l'acquisto. Se ad esempio vuoi acquistare uno dei nostri piani hosting WordPress, dopo aver aggiunto il piano al carrello, verificato la disponibilità del dominio e selezionato eventuali servizi come la connessione cifrata HTTPS o le caselle mail illimitate, dovrai inserire i tuoi dati (o quelli aziendali) per procedere con la registrazione. Oltre a quelli base, come Nome, Cognome e indirizzo, ti verrà chiesto anche un indirizzo mail attivo per inviarti tutte le comunicazioni relative al prodotto acquistato, come ad esempio il link di conferma per la registrazione.

Perché usare una mail diversa per la registrazione del dominio

Capita a volte che durante la registrazione l'utente scriva come mail, quella che attiverà sul dominio stesso, ma è una procedura fortemente sconsigliata e ti spiego alcuni dei motivi più frequenti. Facciamo un esempio e mettiamo che tu voglia creare un nuovo sito con dominio www.mariorossi.it, e durante la registrazione inserisci come mail principale qualcosa del tipo info@mariorossi.it.

Una volta conclusa la procedura di acquisto, SupportHost, quale fornitore del servizio,  provvederà alla verifica di tutti i dati e alla registrazione del dominio presso il Registro .it, una vera e propria anagrafe dei domini internet con estensione .it (Italia). Solamente attraverso questo strumento infatti, si può creare, modificare o aggiungere un nuovo dominio .it ed è quindi una procedura obbligatoria. Questa fase interessa solo il provider e non richiede molto tempo, quasi sempre tutto procede regolarmente, ma cosa succede se qualche dato è errato oppure ci sono problemi nell'attivazione?

Tutti i provider provvedono immediatamente a contattare il cliente per aggiornarlo sulla questione e sulle modalità per procedere allo sblocco del sito, il tutto avviene tramite comunicazione mail. Ma se il dominio non è attivo, il cliente come farà per leggere la mail inviata a info@mariorossi.it? Ecco, questo è uno dei motivi per cui non si deve usare una mail legata al dominio prima della sua attivazione. Quello della posta elettronica è il mezzo preferito per questo tipo di comunicazioni e non poter ricevere una mail, perché la casella non è stata ancora attivata, potrebbe portare addirittura alla cancellazione dell'ordine.

La mail legate al dominio funzionano anche dopo la scadenza?

La risposta è no! Tutti i servizi legati al dominio, comprese le caselle mail, una volta scaduti e non rinnovati, vengono cancellati. Non solo non sarà possibile inviare e ricevere messaggi, ma sarà impossibile accedere alla casella stessa. Se la posta veniva scaricata anche su un programma di posta, tutte le mail rimarranno salvate sul pc, ma se la consultazione di queste avveniva solo online attraverso il sito, allora tutta la posta andrà persa, comprese tutte le comunicazioni del provider che consentono di rinnovare l'abbonamento.

Dopo la scadenza dei servizi il dominio viene messo offline e non risulta più raggiungibile e successivamente viene posto in stato di REGISTRAR-HOLD, ovvero un periodo di 20 giorni in cui, anche se tutti i servizi sono bloccati, consente all'utente di rinnovare il proprio abbonamento e di non perdere dominio e caselle mail. In questi giorni lo stesso provider invierà alcune mail alla casella mail (quella inserita durante la registrazione) con la procedura per il rinnovo. Se però la casella è del tipo info@mariorossi.it tali avvisi non potranno essere confermati e andranno quindi persi; dovrà essere l'utente stesso a contattare il fornitore e provvedere al cambio dei dati e alla richiesta di un nuovo invio.

Un altro motivo per cui è sconsigliato utilizzare una mail legata al dominio per la registrazione è quello più semplice: lo stato offline del dominio. Se per un qualsiasi motivo o problema il dominio viene messo offline, di conseguenza anche le mail @mariorossi.it vengono automaticamente sospese. Ogni comunicazione che il provider proverà ad inviare per spiegare il motivo della sospensione o il metodo per la riattivazione, andranno perse.

Ecco perchè in fase di registrazione è consigliato utilizzare una mail già attiva e non legata al dominio. Inoltre tutti i dati inseriti possono essere modificati successivamente contattando il provider oppure è possibile richiedere l'oscuramento della mail principale in tutti quei servizi chiamati Whois che mostrano pubblicamente, a chi li richiede, i dati del registrante, ovvero della persona che attraverso un provider, ha richiesto la registrazione del nuovo dominio.

Con SupportHost, già in fase di acquisto, è possibile richiedere l'oscuramento di questi dati, selezionando l'opzione "

Usare Un Indirizzo Email Diverso SupportHost

Cosa fare se stai usando una mail collegata al dominio?

Se stai usando una mail collegata al dominio, ovvero se il tuo dominio è mariorossi.it e stai usando una mail @mariorossi.it come contatto per il registrante ti consigliamo di modificarla il prima possibile.

Per eseguire la modifica non devi far altro che seguire questo breve tutorial, col nostro servizio puoi modificare i dati dell'intestatario in completa autonomia e gratuitamente.

Se si tratta di un dominio .com, un'altra estensione generica o una nuova estensione è necessario confermare questa nuova email. Per maggiori dettagli leggi qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *